CONTO TERMICO

CONTO TERMICO

Il nuovo Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016, potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, che incentiva interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. I beneficiari sono Pubbliche Amministrazioni, imprese e privati che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alla PA. Responsabile della gestione del meccanismo e dell'erogazione degli incentivi è il Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

L'incentivo è un contributo fino al 65% delle spese sostenute per due categorie di interventi:

  • interventi di incremento dell'efficienza energetica dell'involucro di edifici esistenti
  • sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza e la sostituzione o, in alcuni casi, la nuova installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili. Il nuovo decreto introduce anche incentivi specifici per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se abbinate agli interventi sopra citati.
Le Amministrazioni pubbliche possono richiedere l'incentivo per entrambe le categorie di interventi. I soggetti privati possono accedere agli incentivi solo per gli interventi relativi a impianti per la produzione di energia termica.
Il calcolo dell'effettivo incentivo economico è in funzione delle caratteristiche tecniche del nuovo generatore installato e dell'ubicazione dell'immobile (tale valore non può comunque superare il 65% dei reali costi dell'intervento).
Il vantaggio rispetto ad una pratica ENEA è nella tempistica del recupero stesso: nel casi in cui l'ammontare complessivo dell'incentivo non superi i 5.000 €, GSE corrisponderà la somma tramite bonifico bancario in un'unica soluzione (in una tempistica che va dai 60-90 giorni successivi all'invio della pratica), mentre -se il recupero superasse tale soglia economica- il contributo verrà erogato in rate annuali costanti dalla durata compresa tra 2 e 5 anni, a seconda della tipologia di intervento e della sua dimensione.


  • Offerta
  • *235

  • SOSTITUZIONE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE ESISTENTI CON IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE, ANCHE COMBINATI PER LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA, UTILIZZANTI POMPE DI CALORE ELETTRICHE O A GAS
  • SOSTITUZIONE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE CON GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI DA BIOMASSA
  • INSTALLAZIONE DI COLLETTORI SOLARI TERMICI, ANCHE ABBINATI SISTEMI DI SOLAR COOLING
  • SOSTITUZIONE DI SCALDACQUA ELETTRICI CON SCALDACQUA A POMPA DI CALORE
  • SOSTITUZIONE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE ESISTENTI CON SISTEMI IBRIDI A POMPA DI CALORE





  • RICHIEDI INFO
* Prezzi "a partire da" e comprensivi di IVA